Convenienza Impianto Fotovoltaico in Sardegna? Ecco come, quando e perché

Impianti Fotovoltaici Sardegna

Per parlare di convenienza di un impianto fotovoltaico, bisogna prendere in considerazione tantissimi fattori, tra questi, i primi sono la serietà dell’azienda installatrice, la tipologia dell’impianto proposto al cliente e non ultimo, una serie di calcoli basati sulle reali necessità del cliente.

Quindi, andiamo per gradi!

In questo testo ti spiegheremo punto per punto i fattori e le regole necessarie a determinare la convenienza di un impianto fotovoltaico in Sardegna, cosicché possa arrivare ad una valutazione più obbiettiva possibile.

1. Serietà dell’Azienda Installatrice.

Quando si parla di realizzare un impianto fotovoltaico parliamo in sostanza di una spesa, un investimento, sul futuro di una famiglia, di un’abitazione, che vuole risparmiare sulle spese derivate dai consumi di energia elettrica. Per questo motivo, sia che scegliamo un impianto fotovoltaico per la casa, un impianto fotovoltaico per strutture alberghiere, fotovoltaico per aziende agricole etc, siamo portati a compiere un investimento monetario che si ripagherà solo ed esclusivamente se abbiamo scelto il giusto partner fotovoltaico.

L’azienda che si propone di eseguire i lavori di installazione per il Vostro impianto, dovrebbe operare quasi sempre in questa maniera:

  1. Verifica delle fatture (bollette) così da poter individuare i consumi energetici del cliente
  2. Sopralluogo sul sito d’installazione, in modo da poter verificare la sua idoneità
  3. Determinazione dell’esposizione del punto dove verranno installati i pannelli fotovoltaici e quindi scegliere la migliore metodologia d’installazione
  4. Individuare l’inclinazione più adatta dei pannelli così da ottimizzare al meglio la produzione energetica dell’impianto
  5. Calcolo computo metrico, atto a determinare un esatto prospetto dei costi d’installazione così da non avere sorprese
  6. Scegliere la tipologia del sistema di fissaggio dei pannelli fotovoltaici sulla base della struttura del tetto o del sito d’installazione così da effettuare un’installazione armoniosa sia nell’aspetto visivo che funzionale
  7. Fornire al cliente un’offerta trasparente realizzata affinché esponga in chiaro la marca di ogni singolo componente dell’impianto fotovoltaico
  8. Proporre un impianto che sia dimensionato alle reali esigenze del cliente, ovvero basato su stime reali e non meramente commerciali.
  9. Consegnare un ordine generale del preventivo ed un Contratto con clausole di facile lettura, che, contenga una limitata terminologia “avvocatesca”;
    che, non contenga clausole miniaturizzate o illeggibili affinché possa essere compreso da chiunque.

2. Tipologia d’impianto fotovoltaico da proporre per una reale convenienza

Quando la nostra azienda propone un impianto fotovoltaico ad un possibile cliente, e quindi dopo aver valutato e portato a completamento i punti di stima e calcoli indicati nel paragrafo (1.), decidiamo assieme al cliente quale tipologia di consumi intenda effettuare con l’impianto fotovoltaico che ha intenzione di acquistare.
Parlando di tipologia di consumi è bene chiarire che si parla delle abitudini domestiche di una famiglia, e come questi sfruttano l’energia della loro abitazione durante la giornata.

Facendo un esempio:

2.1. Convenienza per una Famiglia con 3 figli minorenni e Genitori che lavorano

Un esempio concreto di condizioni di assorbimento energetico in una famiglia che vive la casa in determinate ore della giornata:

  • I figli passeranno per almeno 6 giorni a settimana la loro mattinata a scuola e quindi non andranno ad influire sull’assorbimento energetico di un’abitazione nella prima fascia orario della giornata
  • Entrambi i genitori sono a lavoro per almeno 5 giorni a settimana, 6 ore al giorno circa, e anche loro non andranno ad influire sui consumi energetici della casa durante la loro assenza.
  • La famiglia non ha nessuna collaboratrice domestica che sfrutta energia elettrica per le pulizie della casa durante l’assenza della famiglia

In questa situazione appena indicata, un impianto fotovoltaico andrebbe a scambiare sul posto gran parte dell’energia prodotta durante le principali ore di produzione energetica solare, e probabilmente il principale momento di assorbimento avverrebbe dopo le 14:30 del pomeriggio, quindi all’inizio della fase solare discendente, ovvero verso le ore di esaurimento produttivo.

Quale sarà la tipologia d’impianto fotovoltaico più conveniente per questa famiglia?

È facile capire che, l’impianto più conveniente per una famiglia che sfrutta il massimo carico energetico della casa nelle ore di bassa e di produzione nulla, è sicuramente un impianto fotovoltaico con accumulo, ovvero un sistema di produzione di energia solare dotato di Batterie adatte a conservare l’energia elettrica per le ore di scarso rendimento dell’impianto e per la notte.

La convenienza di questo sistema è data dalle batterie che andranno a coprire una parte dei consumi della famiglia nelle ore serali, mentre tutta la corrente venduta durante le ore di massima produzione, dove la famiglia non ha usufruito dell’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici, coprirà il restante consumo serale/notturno, (fascia oraria generalmente sottoposta a tariffe ridotte e quindi più convenienti).

2.2. Convenienza per Famiglia con 3 figli di età variabile con un Genitore sempre a casa o una Collaboratrice Domestica

Un esempio diverso dalla situazione precedente, con componenti della famiglia che vivono la casa nelle ore di massima produzione dell’impianto fotovoltaico durante la giornata:

  • Non tutti i figli di questa famiglia, passeranno la loro maggior parte del tempo in ambiente scolastico, perché magari è presente uno studente universitario che frequenta lezioni in diversi orari della giornata, sta preparando un esame, oppure lavora in turni diversi e quindi passerà alcune ore della mattina in casa.
  • Un genitore casalingo o una Collaboratrice Domestiche, durante le ore di massima produzione, andrà ad usufruire del massimo carico produttivo dell’abitazione per la pulizia della casa, per il lavaggio dei capi, e per tutte quelle normali operazioni e consumi che una persona esegue quando vive la sua abitazione.

In questa situazione, invece, l’energia prodotta nelle principali ore di produzione andrà utilizzata direttamente dalle normali funzioni domestiche e quindi sfruttate appieno in consumo diretto ed energia auto prodotta.  L’immissione e la vendita di corrente in questo caso sarà decisamente minima, e probabilmente il carico energetico richiesto durante le ore serali sarà notevolmente ridotto per via del fatto che le principali funzioni domestiche sono state svolte durante le ore di massima produzione dell’impianto e quindi di auto consumo.

Quale sarà in questo caso l’impianto fotovoltaico più conveniente per questa famiglia?

Sicuramente un impianto fotovoltaico dimensionato ai carichi di consumo durante le ore di principale attività domestica, magari leggermente sovradimensionato e dotato di ottimizzatori, in maniera tale che almeno una parte dell’energia prodotta venga scambiata sul posto e con i ricavi si possano coprire una parte delle spese di assorbimento dalla rete che si avrà nelle ore serali. Mentre, risulterà anche più conveniente, anche in questo situazione, l’ausilio di un sistema di accumulo fotovoltaico che come nel caso precedente provveda a conservare l’energia elettrica per le ore notturne.

Il caso 2.2 è probabilmente il contesto famigliare dove un’impianto fotovoltaico ben strutturato, adeguatamente dimensionato e sapientemente ottimizzato, risulterà essere di MASSIMA CONVENIENZA, perché la corrente venduta viene scambiata sul posto ad un prezzo molto basso rispetto a quello di acquisto, e quindi la maggior parte della corrente prodotta verrà utilizzata e non venduta a basso prezzo. Laddove si optasse per un sistema leggermente sovradimensionato alle reali necessità della famiglia, in completamento con un sistema di accumulo fotovoltaico, allora sarà possibile ottenere il massimo del risparmio.
Perciò è importante tenere presente anche l’eco-bonus, che prevede una detrazione del 50% della spesa sostenuta per la realizzazione del sistema fotovoltaico, e quindi quest’ultimo si ripagherà velocemente (indicativamente in 4-6 anni se tutto è stato proporzionato a dovere) rivelandosi un investimento che durerà in produzione almeno 20 anni.

Grazie ai finanziamenti a tasso zero, oggi è possibile rateizzare un impianto fotovoltaico senza dover pagare costosi interessi che ne allungherebbero senza dubbio i tempi di restituzione ed infine il costo.

3.0. É sufficiente quanto abbiamo detto per risparmiare ed ottenere un reale risparmio?

SI, ma anche NO! Chiedendo scusa ai nostri lettori per il bizzarro gioco di parole, ci preme ricordare che è importante rispettare alcuni principi fondamentali in modo da ottenere la massima convenienza da un impianto fotovoltaico installato in una civile abitazione:

  1. L’azienda deve aver fornito un impianto con le caratteristiche necessarie affinché possa coprire in toto il fabbisogno energetico della famiglia
  2. Il cliente deve rispettare in maniera diligente i canoni di consumo che l’impianto è capace di coprire e quindi in grado di permettergli un reale fattore di risparmio e convenienza
  3. Dotarsi possibilmente di elettrodomestici di classe A, ancora meglio se Doppia o Tripla
  4. Utilizzare sistemi di illuminazione a LED così da sostituire le classiche lampadine ad incandescenza o neon
  5. Optare per elettrodomestici destinati al riscaldamento di acqua calda e aria, con sistemi a pompa di calore di ultima generazione, possibilmente ad inverter, per poter risparmiare ulteriormente anche fino all’80% in più sui normali elettrodomestici di questa categoria
  6. Richiedere un piano tariffario che permetta di risparmiare nelle fasce orarie dove l’impianto non è in produzione, come ad esempio la notte, così da ridurre i costi dell’energia durante le ore di assorbimento notturno
  7. Tenere ben presente che basare la scelta dell’acquisto di un impianto fotovoltaico, solo ed esclusivamente sul prezzo di vendita, è spesso il primo modo di sprecare i propri soldi, ma è invece necessario valutare sempre e molto attentamente la qualità dei materiali offerti e fare in modo che l’azienda sia trasparente e chiara nell’indicare l’elenco dei componenti utilizzati per la realizzazione del sistema di supporto energetico, in modo che possiate verificare personalmente la validità di questi ultimi facendo delle ricerche autonome in rete.

Il tuo partner Fotovoltaico?

Sei interessato ad un impianto fotovoltaico in Sardegna? Allora rivolgiti a Sardegna Green! Potrai ricevere un Preventivo Gratuito e Senza impegno, e ti offriremo un’analisi reale delle tue esigenze energetiche.

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo gratuitamente e senza impegno.

Scrivi in quale tipo di struttura vorresti installare il tuo impianto fotovoltaico, se non l'hai trovata nell'elenco da noi proposto

Si prega di attendere ...

 

Attenzione: Quanto riportato nel testo qui sopra, riflette il personale punto di vista della nostra azienda e non intendiamo in nessun modo screditare aziende che operano diversamente da noi. Tale contenuto è relativo esclusivamente ad un nostro personale modus operandi.